Apprendere in Second Life

Posts tagged “second_life

Second Life is not a game


Nemo: junctionUna reazione diffusa da parte di educatori, insegnanti e ricercatori è quella di additare Second Life come “gioco” e , in qualche modo, di rifiutare l’idea che possa costituire un  ambiente di apprendimento.

La componente ludica è sicuramente presente. Basti pensare alle comunità coinvolte in roleplay e alle sim dedicate. Tale dimensione non sminuisce il valore dell’ambiente, ma in qualche modo supporta quell’aspetto di flessibilità che contraddistingue tale mondo virtuale.

Supportare i docenti nel loro primo approccio a Second Life è di rilevante importanza soprattutto dal punto di vista dei contatti “sociali” e, quindi, della percezione di far parte di una comunità.

Il post scritto recentemente da Catherine “Cat” Horton Flippen “8 ways to introduce Second Life for Educators” termina proprio con questa affermazione: “Second Life is not a game”.

Il post è una splendida risorsa per chi ha bisogno di coordinate di riferimento. Il mondo virtuale è ricco di iniziative di carattere educativo e  Catherine mette in evidenza i gruppi, le sim e gli eventi principali per essere informati e supportati in questo ambiente.

 

Advertisements

Laboratorio di scrittura in Second Life


Ieri ha avuto luogo il primo incontro del “Laboratorio di Scrittura” progettato e gestito da Imparafacile Runo (Giovanni della Bona in RL) presso la sua land in Second Life. L’evento, dedicato al tema della “punteggiatura” è il primo dei 4 incontri che si svilupperanno nelle prossime settimane.
Dalla serata, gestita in modo molto colloquiale, sono emersi diversi spunti di interesse e di riflessione. Non sono mancati momenti di condivisione, interazione e partecipazione ad attività di carattere laboratoriale che hanno messo in evidenza le complesse variabili legate all’uso della punteggiatura e alla percezione di “correttezza formale”.
Sin dall’inizio l’incontro ha, infatti, messo in evidenza alcuni aspetti discriminanti legati agli obiettivi della scrittura e al medium utilizzato . A questo proposito sarebbe molto interessante approfondire la questione di come il nostro modo di usare la punteggiatura sia cambiato con l’uso dei blog, dei social network e degli strumenti di comunicazione presenti nei mondi virtuali.
Tutti i dettagli del primo incontro sono pubblicati nel sito ufficiale IMPARAFACILE NING.


Alcuni dettagli su Metaversos 2011


Si è tenuta oggi, presso il Palacio de Congresos ad Ibiza, la prima giornata del “III Congreso sobre Metaversos, Web 3D y Redes Sociales en Mundos Virtuales“. Ho partecipato virtualmente grazie allo streaming disponibile anche in Second Life e ho seguito con interesse il workshop organizzato da Akemi Mochizuki e Gloria Gómez- Diago.

Akemi Mochizuki è una docente di matematica e ha progettato e creato diversi strumenti didattici da utlizzare nel mondo virtuale. Maggiori informazioni sulla sua attività sono disponibili nel suo blog:  http://dracy-drawing-tool.blogspot.com/.

Gloria Gómez- Diago è una dottoranda in Comunicazione interessata alle applicazioni educative di Second Life, i suoi percorsi di ricerca sono individualbili nel suo blog: http://fromcommunication.blogspot.com/.

Durante il workshop sono stati presentati 4 strumenti didattici:

    1. Word Puzzle Balls: uno strumento che consente al  docente di lingue di registrare un serie di frasi che verranno strutturate dal sistema in sequenze di parole; ogni parola è rappresentata da un palla su cui lo studente può cliccare scegliendo la posizione corretta della parola nella frase fino ad arrivare al completamento della stessa;  è un esercizio che lo studente può portare a termine autonomamente perché il sistema fornisce un feedback automatico;

2. Word Games: un sistema che permette di sviluppare diversi giochi (riconoscimento parole, memory etc.) econsente diversi livelli di difficoltà, le funzioni disponibili sono visibili e accessibili attraverso un menu; oltre allo stimolo visivo alle parole è anche associato un file audio in modo da consentire allo studente di comprendere una parola sia attraverso la pronuncia che attraverso una rappresentazione grafica;

3. Crosswords: è costituito da due pannelli, il “making panel” rappresenta la zona di lavoro del docente in cui viene impostato il puzzle mentre il tabellone posizionato a destra nell’immagine è lo strumento che viene editato dagli studenti per completare il cruciverba.  Durante il workshop sono state fornite le istruzioni di tutti i giochi e l’audience è stata coinvolta nella sperimentazione pratica di tutti gli oggetti.

4. Brainflowing: questo strumento è stato progettato per la gestione della comunicazione e del processo di brainstorming durante un meeting in Second Life. Gloria Gomez-Diago ha descritto ampiamente l’utlizzo di tale strumento nel seguente articolo: Brainflowing, virtual/physical space and the flow of communication: An explanatory approach to the metaverse through a tool designed for brainstorming.

Si deve, inoltre, sottolineare che questi strumenti sono stati validati da diversi docenti in ambito internazionale e che sono disponibili nel negozio virtuale: Dracy’s Virtual Shop (235, 11, 74).

La slurl diretta al negozio è la seguente: http://maps.secondlife.com/secondlife/Zerelia/235/111/74


!D.A! Digital Art: progetto artistico tra RL e SL


ll progetto (5-10 ottobre 2010)  mira alla valorizzazione delle opere creative digitali.  Tre artisti, con produzioni di carattere differente (composizione, video, fotografia), si mettono in gioco con un’esposizione trasversale in molteplici ambiti (fisici e virtuali).

L’evento comprende anche una discussione aperta in cui gli artisti si confronteranno con il pubblico e con esperti presenti.

Per maggiori informazioni è possibile visualizzare la scheda dell’evento sul sito del Museo del Metaverso o accedere al sito dedicato.

Il progetto è, infatti, promosso da:

  •  2lifeCast: associazione culturale la cui mission è il supporto ad autori e comunità impegnati nella creazione di contenuti nell’ambito della tecnologia, arte, design e cultura;
  • Museo del metaverso: associazione “No Profit” che da anni opera in Italia per promuovere l’arte e la creatività nei/dei mondi virtuali.

Il mio avatar in SL? Un tornado!


Interessante presentazione di Eddie Howell sui suoi “virtual alter egos” in Second Life. Howell si definisce un “artista web 2.0” che opera in SL per motivi educativi, commerciali e di networking.

E’ rappresentato, nel mondo virtuale, da diversi tipi di avatar, alcuni dall’aspetto non umano, una tendenza che accomuna molti utenti e che soddisfa, secondo l’artista, il desiderio di esprimere in maniera efficace le proprie attitudini.

Il video si conclude con la presentazione di Eddie in veste “tornado”…


Chiusura della Teen Grid: l’annuncio ufficiale della Linden


Dal 2006 ad oggi gli adolescenti che desideravano entrare nel mondo virtuale potevano farlo in uno spazio sicuro, riservato ai ragazzi dai 13 ai 17 anni: la Teen Grid.

Gli adulti non avevano possibilità di accesso alla Teen Grid  ma solo nel caso di progetti educativi era possibile per il docente  presentare una speciale richiesta alla Linden per poter seguire i ragazzi nel loro “mondo”.

E’ recente l’annuncio della Linden in cui si comunica che tale spazio sarà chiuso entro la fine del 2010. Gli account dei giovani di età non inferiore a 16 anni saranno trasferiti nella Main Grid tagliando completamente ogni possibilità di accesso ai ragazzi dai 13 ai 15 anni (almeno per il momento).

Molte le reazioni sull’argomento, timori sulle conseguenze socio-culturali per l’accesso di un’utenza “diversa” finora protetta ma anche riflessioni costruttive sui potenziali vantaggi portati dal mondo dei giovanissimi in Second Life.

Per leggere l’annuncio ufficiale della Linden si consiglia la lettura del post nel blog ufficiale così come l’interessante articolo nel blog  Global Kids’ Online Leadership ProgramWhy I’m Excited about the Closure of Teen Second Life” .


Scienza in Tour: incontro


Questa sera, martedì 31 agosto 2010 alle ore 22.00 (CET) avrà luogo un evento organizzato nell’ambito dell’iniziativa “Scienza in Tour”.

Il punto di incontro è presso Second Physics (154,201,21) e da lì si partirà all’esplorazione di una sim caratterizzata da un tipo di building molto particolare (il nome della location verrà svelato solo stasera!).

Un appuntamento da non perdere! Si ringrazia Giovanna Delphin per le informazioni sull’evento, a stasera!

Ricordiamo che Second Physics è presente anche in facebook: http://www.facebook.com/group.php?gid=160496050073, pagina in cui è accessibile la mission del gruppo:

contribuire alla divulgazione della scienza in generale e della fisica in modo particolare. L’ attività no-profit consiste nella progettazione e realizzazione di progetti immersivi, di conferenze, lezioni e concorsi su temi connesi con la scienza rivolti ad un target di pubblico generico non specializzato.